Oscar Pistorius ritenuto colpevole di omicidio colposo

Articoli correlati Pistorius colpevole di omicidio colposo Pistorius per ora in libertà su cauzione Pistorius, arriva l'ora 'x'.
Tre i possibili verde...
Arriva l'ora 'x' per Pistorius, l'ex atleta aspett...
Slitta il verdetto per Pistorius: udienza aggiorna...
Oscar Pistorius ritenuto colpevole di omicidio colposo, fuori dal carcere su cauzione Commenta Invia Oscar Pistorius è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo dal tribunale di Pretoria dove questa mattina il giudice Thokozile Masipa ha letto il verdetto nel processo a carico dell'ex atleta per l'omicidio della sua fidanzata Reeva Steenkamp.
Secondo Masipa i fatti non comprovano la premeditazione nell'omicidio di Reeva.
Ma, ha aggiunto ieri nella lettura della sentenza, "quello di omicidio colposo è un verdetto pertinente".
Omicidio non volontario - Per il giudice il giudice Thokozile Msipa che sta completando la lettura del verdetto, si è trattato di "omicidio non volontario". Pistorius rischia fino ad un massimo di 15 anni.
E' quanto prevede la pena di "omicidio colposo" inflitta dalla corte.
L'ex atleta rischiava in caso, invece, di omicidio premeditato, una pena fino all'ergastolo.
Gli altri capi di imputazione - Il giudice ha ritenuto Pistorius "colpevole" di possesso di armi per l'episodio dei colpi sparati in un ristorante poche settimane prima della morte di Reeva.
Lo ha detto il giudice Thokozile Msipa, che sta leggendo il verdetto per la morte della fidanzata affrontando, in questo momento, le altre accuse a suo carico per possesso di armi da fuoco.
L'episodio risale al gennaio 2013.
Il giudice lo ha ritenuto invece "non colpevole",invece, per i colpi sparati in un'altra occasione, dal tettuccio trasparente della sua auto.
Pistorius fuori su cauzione - L'atleta paralimpico ha ottenuto inoltre di restare in libertà su cauzione fino alla ripresa delle udienze fissata il 13 ottobre.
"Ho fatto ricorso al mio potere discrezionale nei confronti dell'accusato e gli ho accordato l'estensione del regime di libertà su cauzione di cui godeva", ha detto il giudice.

Leggi tutto l'articolo