Oscar Turati: quante povertà riempiono le nostre piazze e le nostre vite.

Ancora una volta un’aggressione a dei senza tetto che stavano dormendo nell’angolo di una piazza di Roma.
Le telecamere hanno ripreso tutto e la polizia sta indagando.
E’ importante sapere la ragione di questi fatti? Certo che sì, lo stesso in questo particolare momento mi limito al fatto che ci sono ferite da curare, spaventi da guarire, dolori e derive da soccorrere.
Il male ha sempre le sue ragioni, queste sono però delle derive mentali, delle follie personali o di gruppo, delle cadute nella disumanità.  Gli aggressori erano incappucciati, certamente per non farsi riconoscere dalle vittime e dalle telecamere ma che volto umano possono avere delle persone che impugnano dei bastoni per aggredire gente indifesa? Chi fa questi gesti non ha più un volto: lo ha già perso prima ancora di mascherarsi.  Ma ci si può limitare al gesto in sé senza interrogarsi sull’ampiezza e sulle caratteristiche di una povertà alla deriva? Sui profili di vite incerte, che sopravvivono in condizioni precarie? Una precarietà non necessariamente economica e sociale … … …  Ciao Oscar  

Leggi tutto l'articolo