Oxfam, in Yemen bimbe in sposa per cibo

(ANSA) – ROMA, 26 FEB – A quasi quattro anni dall’inizio della guerra in Yemen, l’aumento esponenziale dei prezzi dei beni alimentari, unito alla mancanza di fonti di reddito, sta costringendo la popolazione a misure disperate per poter sopravvivere.
E’ l’allarme lanciato oggi da Oxfam, in occasione della conferenza dei paesi donatori sulla crisi in programma oggi a Ginevra.
Di fronte, una vera e propria catastrofe umanitaria, con quasi 10 milioni di persone sull’orlo della carestia.
Le prime a farne le spese sono le bambine.
Nel Governatorato di Amran nel nord del Paese, ad esempio, tante famiglie stremate, rimaste senza cibo e senza una casa, arrivano al punto di dare in matrimonio figlie anche piccolissime, in un caso anche di tre anni, per poter comprare cibo e salvare il resto della famiglia.
Una pratica, quella dei matrimoni precoci, che seppur per lungo tempo è stata abituale in Yemen, adesso sta raggiungendo, nell’indifferenza del mondo, proporzioni e modalità scioccanti.