P.RUNGI. SOLENNITA' DELLA SANTISSIMA TRINITA' - COMMENTO

SOLENNITA’ DELLA SANTISSIMA TRINITA’
DOMENICA 27 MAGGIO 208
“UN MISTERO D’AMORE INFINTO”
di padre Antonio Rungi
Nell’annuale ricorrenza della solennità della Santissima Trinità, che, come sappiamo, si celebra la domenica successiva alla Pentecoste, a conclusione del lungo itinerario di spiritualità pasquale e sigillo di un cammino fatto nell’amore a Dio e ai fratelli, ritorna sistematica la domanda chi è questo nostro Dio, come è in se stesso e come si è rivelato a noi. Di Dio ci ha parlato Gesù Cristo, Figlio di Dio, che ci ha comunicato la sua relazione con il Padre e lo Spirito Santo. Si tratta di un Dio uno e trino, uno nella natura, trino nelle persone. Gesù, quindi, ci rivela tutto di se stesso, del Padre e dello Spirito Santo. Ci rivela che questo Dio è Amore in se stesso, è amore nella creazione, è amore nella redenzione, è amore nella santificazione.
Nell’Angelus della solennità della Santissima Trinità del 2009, Papa Benedetto XVI,  così spiegò questo mistero: «Quest’ogg...

Leggi tutto l'articolo