PARDO RIMBECILLISCE

C’è un verbo italiano che pensavo, invecchiando, mi potesse riguardare, una volta o l’altra: rimbecillire. Non ci sarebbe da vergognarsene: tutto il corpo invecchia e il cervello è una parte del corpo. Uno supera gli ottant’anni, ha di che congratularsi con se stesso per non essere morto prima, ma in inglese l’aggettivo “senile” (s-nail) già da solo significa “affetto da demenza senile”. Per non parlare del pericolo dell’Alzheimer.
Quello che non m’aspettavo, avendo almeno fino ad ora schivato l’Alzheimer, era che il verbo rimbecillire fosse anche un verbo transitivo. Cioè rendere imbecille qualcuno, come il verbo inglese “stultify”. E purtroppo è quello che mi sta capitando.
Quando l’età e gli acciacchi sconsigliano il jogging ed altri sport strapazzosi, e nel contempo il pensionamento offre una notevole libertà dagli impegni, è normale che ci si dia alla lettura e ci si tenga informati sui fatti del giorno. Naturalmente, se per formazione ci si disinteressa del pettegolezzo, di deli...

Leggi tutto l'articolo