PASSA LA LEGGE SULLE A.P.S.

Mancava dal 2001 in Puglia il registro regionale delle Associazioni di Promozione Sociale e questo, perché nessuno fino al 2005 aveva portato attenzione alla esigenza delle centinaia di associazioni di promozione sociale operanti in Puglia di avere un proprio registro regionale.
La legge nazionale n.
383 del 2000 poneva questo obbligo in capo alle Regioni, al fine di riconoscere qualunque beneficio per le A.P.S., ma la Regione Puglia, che pure aveva dal 1994 i registri regionali delle associazioni di volontariato e delle cooperative sociali, non ha mai adempiuto a questo obbligo.
“Anche su questo piano – dichiara Elena Gentile, Assessore alla Solidarietà e proponente del disegno di legge oggi approvato - la Giunta Regionale Vendola ha voluto marcare un forte segno di discontinuità rispetto al passato nell’ambito delle politiche sociali e per i diritti di cittadinanza, con una rinnovata attenzione al mondo delle associazioni di promozione sociale a cui si è voluto riconoscere un proprio registro.
Si tratta di un passaggio importante perché già a partire dal prossimo anno fiscale, e quindi dal 2008, anche le associazioni di promozione sociale pugliesi, che faranno domanda di iscrizione nel neonato registro regionale, potranno avvalersi dei benefici che ormai da due anni la legge finanziaria nazionale riconosce alle organizzazioni di volontariato e di promozione sociale, unitamente alle istituzioni della ricerca scientifica: il riferimento è all’ormai noto “5 x mille” che annualmente consente di distribuire diversi milioni di euro per il finanziamento delle attività di ricerca, di solidarietà e di promozione culturale che tante associazioni di prodigano ad assicurare anche sul nostro territorio.
“Esprimo la più grande soddisfazione – aggiunge l’Assessore Gentile - per l’approvazione di questa norma, che considero un risultato di civiltà, insieme doveroso da parte del governo e del consiglio regionale, per rimuovere quegli ostacoli che non assicuravano pari opportunità nell’accesso ai benefici per le associazioni in Puglia.
Infatti fino ad oggi hanno potuto presentare richieste per il 5 x mille solo le grandi associazioni di promozione sociale, iscritte e riconosciute a livello nazionale, perché già presenti in più Regioni, ma non quelle più piccole, più giovani, più radicate sul territorio regionale e che non hanno diramazioni in altre regioni italiane.” Si apre adesso una stagione di grandi opportunità di crescita e di consolidamento della rete delle organizzazioni di impegno civile [...]

Leggi tutto l'articolo