PASTA MADRE

  IL "RINFRESCO"   Mia figlia, non contenta di avere: un lavoro una casa un marito tre figli un gatto da qualche mese ha adottato una PASTA MADRE.
Merito di alcune sue amiche, con cui condivide la passione per il biologico, il naturale e così via.
Avevo notato nel suo frigorifero due vasi con questa poltiglia biancastra e le avevo chiesto spiegazioni, lei mi aveva detto brevemente (tra le prodezze di un figlio e l'altro da tenere sotto controllo...): "E' come il lievito di birra, ma è tutto naturale, ci faccio la pizza, il pane..." Quando tutti loro sono partiti per la vacanza lunga, oltre ad affidarmi il gatto da pulire e nutrire quotidianamente, stavolta mi ha anche chiesto: "Puoi farmi una volta alla settimana, ogni 6-7 giorni, anche il rinfresco della pasta madre? Altrimenti devo buttarla...
Non è complicato, ti dò il foglio con le istruzioni!" Cuore di mamma non dice di no...
così ho portato a casa mia i due vasi a chiusura ermetica da un litro l'uno nella borsa termica (non avessero mai ad agonizzare per il troppo caldo) e li ho messi nel mio frigorifero.
Almeno l'operazione, per me una novità, l'avrei fatta in un ambiente favorevole e con le mie attrezzature.
Così sono due domeniche pomeriggio che metto a bagno in acqua calda quella sbobba appiccicosa, ci aggiungo lo stesso peso in farina, impasto faticosamente e rigorosamente a mano per 10 minuti, attendo 2 ore che inizi la lievitazione, poi rimetto nei vasi...
la metà di ciò che mi ritrovo, perchè se tutto va bene la "mole" di pasta è raddoppiata.
Seguo fedelmente le istruzioni.
Ciò che non sta nei vasi lo uso subito, sono due domeniche che mangiamo pizza e ci resta anche per una bella pagnotta...
    Insomma, ci passo tutto il pomeriggio.
Durante tutto questo lavorìo mi chiedo quale impegno sia anche per mia figlia, fra tutti gli altri suoi, penso che in effetti suo marito è bravissimo a preparare la pizza quindi questa ultima parte senz'altro sarà per lui...
Ma che tutte le settimane si debba essere così "incastrati"...
io non lo reggerei! Penso anche che mia figlia fin da bambina ha avuto un debole per le attività in cui ci si deve sporcare o ci si ritrova impiastricciati e appiccicosi e neppure ora si smentisce: io, al contrario, di queste cose ne faccio anche a meno, soprattutto del lavaggio e riordino successivo! E concludo riflettendo che in questo mia figlia non mi assomiglia proprio, ma ci ritrovo preoccupanti caratteristiche di casalinghitudine ereditate da mia suocera...
Ma c'è di più: nei giorni in cui la pasta madre giace nel mio [...]

Leggi tutto l'articolo