PAVIA di Teresa Ramaioli

PAVIA  di Teresa Ramaioli   iltuonoilgrillo il 19/06/15 alle 13:57 via WEB CHIESA S.
AGATA AL MONTE PAVIA----Chiesa e monastero furono edificati da re Pertarito nel 672.
La chiesa all'origine era di stile paleocristiano e fu costruita sopra una altura con buona vista del fiume Ticino, da cui l'appellativo di S.
Agata in monte.
Prima Badessa del Monastero è stata la nobile Cuniperga, figlia di re Cuniperto e nipote di re Pertarito.
Nel secolo IX il Vescovo Litifredo vi trasportò dalla chiesa di S.
Epifanio, le spoglie di S.
Onorata.
Più tardi, re Cuniperto, in segno di riconoscenza per uno scampato pericolo di morte, fece porre nel Monastero i corpi di S.
Primo e S.
Feliciano, entrambi martirizzati sotto l'impero di Diocleziano.
La chiesa fu ricostruita in forme romaniche-lombarde nel secolo XII e nello stesso periodo le monache Clarisse subentrarono nella gestione del Convento.
Nell'anno 1782 la Chiesa viene sconsacrata e unitamente al monastero subisce manomissioni, nel 1793 fu anche sede del Pio Albergo Pertusati.Per quasi tutto l'Ottocento la struttura è utilizzata per ospitare gli alienati mentali ed anziani bisognosi, nel 1898 fu creata la Casa di Salute "Angela Scarenzio" (1898) Agli inizi del Novecento il complesso viene demolito per lasciare spazio a costruzioni civili.
Si arriva cosi a metà secolo con la struttura come l'attuale che ospita la Casa di Cura Morelli ("La Cà dla salut").fondata dal Prof.
Eugenio Morelli.Questi allievo di Golgi e Forlanini, lavorò all'Università di Pavia tra il 1908 e 1928, prima di passare a Roma per ricoprirvi la prima Cattedra italiana di tisiologia, Egli riorganizzò la Clinica Angela Scarenzio e le diede il suo nome.
Nel giardino, attualmente, sono visibili frammenti di iscrizioni longobarde e di sculture romaniche.
L'abside della Chiesa era decorata da un affresco del XV secolo attribuito allo Zenale e raffigurante SS.
Primo e Feliciano.
Le possenti mura del Monastero e della sua cinta, visibili tutt'ora sul lato sud verso il Ticino, erano chiamate a suo tempo "Baluardo della Mollazza", successivamente Porta Calcinara.
Da Pavia, ciao a tutti gli amici del blog Teresa Ramaioli.
     

Leggi tutto l'articolo