PEDROSA CERCA LA DIFFERENZA

Il catalano conta nell'avvicinarsi a Stoner e Rossi nel GP di Germania.
Dani Pedrosa mantiene la sua candidatura alla vittoria nel mondiale di MotoGP.
Nonostante il suo terzo posto, a 66 punti dal leader Casey Stoner e a 45 da Valentino Rossi, il pilota della Honda confida nelle sue possibilità nel campionato.
Questo fine settimana spera in un buon risultato, in ascesa nelle ultime gare, dopo la soddisfazione del quarto posto ad Assen (Olanda).
"Spero di fare un'altra buona gara in Sachsenring" ci assicura il pilota prima di partire per la Germania.
Pedrosa ha un buon ricordo della gara dell'anno scorso nel circuito tedesco, anche se è rimasto con l'amaro in bocca per il risultato finale.
"La gara dell'anno scorso non era andata male, andai vicino al podio, anche se dopo aver fatto la pole ed il giro più veloce fu frustante il quarto posto.
Vediamo se possiamo migliorare questo fine settimana".
CIRCUITO RITORTO E STRETTO Sachsenring, con 3671 km è il secondo tracciato più corto del calendario, secondo solo a quello di Laguna Seca, con 3610 km, anche se per quanto riguarda la gara è quella più corta del mondiale per un totale di 110130 km in 30 giri.
Le caratteristiche del tracciato tedesco, ritorto e stretto, daranno ancora più enfasi alla gara.
Dani afferma: "Sarà interessante vedere le differenze che ci sono tra le 800 e 900cc.
Probabilmente entreremo veloci nelle curve strette, però poi avremo una curva che all’uscita metterà a dura prova il motore, per questo dovrò sperare che le 800 siano veloci", aggiunge "non è uno dei miei circuiti preferiti, però è uno di quelli in cui possiamo fare bene." Pedrosa sicuramente ha dimostrato di sentirsi abbastanza a posto in questo circuito, non solo per il buon risultato dell'anno passato, nel 2004 e nel 2005, quando correva in 250 s’impose per due anni consecutivi.
scritto da: lux_26

Leggi tutto l'articolo