PIRATA PER CASO

Forse dovrei imparare qualcosa,
darmi delle regole,
imparare a civilizzarmi al prossimo.
Ma risulto sempre estraneo alle circostanze,
assai ingenuo,
straziato dal momento,
causa differita di trasposizione temporale.
Avverto la mia presenza,
ma al contempo co esisto altrove,
in funzione di un livello sconosciuto,
ammutolito beatamente,
quasi in trance emotivo,
mi espongo ed esporto ciò che sento,
e da lontano inseguo una rotta millenaria,
una valorosa diatriba che fingo di avere aperto.

Leggi tutto l'articolo