PITAGORA

PITAGORA Qualsiasi cosa un uomo faccia agli animali, gli verrà ripagata con la stessa moneta.
Tutto è numero.
Gli amici condividono ogni cosa.
Impara a tacere.
Lascia che la tua mente, quieta, ascolti e impari.
Fintanto che l'uomo continuerà a distruggere gli esseri viventi inferiori, non conoscerà mai né la salute né la pace.
Fintanto che massacreranno gli animali, gli uomini si uccideranno tra di loro.
Perché chi semina delitto e dolore non può mietere gioia e amore.
Coloro che uccidono gli animali e ne mangiano le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili.
Si deve far la guerra a quattro cose: alle malattie del corpo, alla ignoranza dello spirito, alle passioni e alle discordie delle famiglie.
Quando sei in preda all'ira non fare e non dire niente.
Non permettere al tuo corpo di divenire la tomba della tua anima.
Le ricchezze, ama sia acquistarle sia perderle! Non chiamare gli dei a testimoni dei tuoi giuramenti, ma cerca di rendere te stesso degno di fede.
Nei rapporti con gli altri non comportarti in modo da renderti nemici gli amici, ma da farti amici i nemici.
Dà vita a dei buoni esempi: sarai esentato dallo scrivere delle buone regole.
Uomo che ami parlare molto: ascolta e diventerai simile al saggio.
L'inizio della saggezza è il silenzio.
Alla maggior parte degli uomini e delle donne non è data, né per nascita né coi propri sforzi, la possibilità di diventare ricchi e potenti, mentre il sapere è alla portata di chiunque.
Al suo livello più profondo, la realtà è la matematica nella natura.
Venera innanzitutto gli Dei immortali e serba il giuramento; Degli altri, fatti amico chi per virtù è il migliore, imitandolo nel parlare con calma e nelle azioni utili.
Non adirarti con un amico per una sua colpa lieve, sinchè tu lo possa; Approfondisci lo studio di queste cose e queste altre domina: il ventre anzitutto e così pure sonno, sesso e collera; non far cosa che sia turpe in faccia ad altri o a te stesso, ma, soprattutto, rispetta te stesso; poi, esercita la giustizia con le opere e la parola; in ogni cosa, di agir senza riflettere perdi l'abitudine; considera che per tutti è destino morire; delle ricchezze e degli onori accetta ora il venire, ora il dipartirsi; di quei mali, che per demoniaco destino toccano ai mortali, con animo calmo, senz'ira sopporta la tua parte pur alleviandoli, per quanto ti è dato: e ricordati che non estremi sono quelli riservati dalla Moira al saggio; il parlare degli uomini può essere buono o cattivo; che esso non ti turbi, non [...]

Leggi tutto l'articolo