PRIMA PUBBLICAZIONE

Gli ultimi saranno i primi ed i primi gli ultimi è qualcosa di apodittico ai nostri occhi, specie pensando alla sacra provenienza di questa profezia di Nostro Signore!Ebbene sì! Sembrerà strano questo mio riprendere una delle raccolte giovanili il cui completamento sembrava consegnato ormai alla storia; ma non è stato così.La notte del 31 marzo 2006, quasi d'incanto, sognai Lei ed, una volta sveglio, riuscii a dare un senso compiuto al sogno, fino a scriverne i versi con carta e penna.Incomincio, quindi, questa serie di pubblicazione, con l'ultima che ho scritto a Lei che per me è stata La Prima.  ANCORA Ti rivedo,sembra un sogno,spero che non lo sia!Mi trattieni,mi tienimi raccontidella vita e dei figli;ed io pure!Ti amo,voglio averti vicina;ma, se ti tocco,sparisci;mi allontanoe riappari!Poi t'avvicini tued io non m'allontano!T'amo!Mentre calde lenzuolami riportano al vero,resti il sogno di un sogno lontano. (a Marta) Cascano 31/3/2006 Da Il Volto di Venere

Leggi tutto l'articolo