PRIMA PUNTATA DI SANREMO 2009: POVERI AFTERHOURS, GIA' ELIMINATI!!

                                                                                                                                                        A SANREMO SI SA TUTTO E’CONCESSO…ANCHE Di NON RAPPRESENTARE MINIMAMENTE LA SITUAZIONE MUSICALE IN ITALIA.
IL FESTIVAL ALLA SUA CINQUANTANOVESIMA EDIZIONE E’ STATO PRESENTATO DA UN PAOLO BONOLIS CHE HA DELUSO LE ASPETTATIVE, ACCOMAPGNATO DALLA “MORTA DEL LAGO”, LA MADRINA DI TURNO ALESSIA PIOVAN, OSSIA LA RAGAZZA CHE RECITAVA LA LA PARTE DEL CADAVERE NE “LA RAGAZZA DEL LAGO”, MA HAIME’ SANREMO NON E’ RIUSCITA A RESUSCITARLA E  DA UN MODELLO PAUL SCULFOR, CHE SEMBRAVA LEGGERMENTE PIU’ SVEGLIO.TRA I BIG SONO STATI ELIMINATI IVA ZANICCHI, TRICARICO E GLI AFETRHOURS, CHE CONCEDETEMELO CON “PAESE REALE”, NON MERITAVANO PROPRIO DI ESSERE ELIMINATI, UNA CANZONE MOLTO PROFONDA…I BIG A PARTE POCHE ECCEZIONI SI SONO MANTENUTI SUL MEDIOCRE ANDANTE…A PARTE POVIA LA CUI CANZONE E’ A MIO PARERE BELLA ED E’SOLO UNA STORIA E COME TALE DEVE ESSERE INTERPRETATA .
NON CAPISCO LE POLEMICHE DELL’ASSOCIAZIONE ARCIGAY,GLI ETERO POSSONO DIVENTARE OMOSESSUALI E COSI’ VICEVERSA.
LE UNICHE NOVITA MUSICALI INTERESSANTI  SONO RAPPRESENTATE DAI NON BIG, OSSIA LE NUOVE PROPOSTE “RACCOMANDATE” DAI BIG.TRA GLI OSPITI C’ERA KATE PERRY, MOTLO GOLIARDICA CHE HA MOVIMENTATO UN PO’ LA SITUAZIONE.MA LA NOTA PIU POSITIVA E’ STATA UN GRANDE BENIGNI CHE CON IL SUO UMORISMO SOPRAFFINE HA PRESO IN GIRO LA POLITICA ED HA RECITATO UNA LETTERA DI OSCAR WILDE PER DIFENDERE LA DIVERSITA PERCHE’ UN UOMO DEVE AMARE, NON IMPORTA CHI AMI, SE UNA PERSONA DELLO STESSO SESSO O MENO.
ANCORA UNA VOLTA ROBERTO BENIGNI CON LA SUA POESIA CHE E INSITA NELLA SUA SENSIBILITA’ DI ARTISTA CI HA REGALATO UNA LEZIONE DI VITA.

Leggi tutto l'articolo