PULIZIA MOBILI METALLICI E DA GIARDINO

I mobili di metallo laccato si spolverano giornalmente.
Quando è necessario, si lavano con uno straccio o una spugna intrisi di acqua e detersivo, poi si sciacquano e si asciugano con un panno pulito.
Volendo, si possono rendere più lucidi e brillanti strofinandoli, a lavaggio ultimato, con un panno imbevuto di uno speciale liquido che si trova nei supermercati.
I mobili di metallo inossidabile possono essere lavati con acqua tiepida e sapone, poi sciacquati e asciugati con uno straccio morbido.
I mobili di ferro sono solitamente ricoperti da una vernice resistente all'acqua.
Spolverateli ogni giorno e, quando ne hanno bisogno, lavateli con acqua e detersivo, o semplicemente passateli con una spugnetta umida.
Non grattate mai con lame di coltello o con altri corpi duri perché potreste asportare la vernice.
Dopo un certo periodo (che varia secondo la qualità della vernice e la manutenzione), si possono formare delle macchie di ruggine: pulite allora i mobili con uno straccio imbevuto di petrolio (asporterà la ruggine), poi stendete uno strato di minio e, infine, riverniciate tutte le superfici.
I mobili di ferro battuto non laccati debbono essere passati spesso con uno straccio imbevuto di petrolio per evitare che si arrugginiscano.
I mobili di paglia vanno spazzolati (o puliti con l'aspirapolvere) almeno un paio di volte la settimana.
Una volta l'anno potete lavarli con una spugna umida insaponata, sciacquarli con acqua pura, ripassarli con uno straccio asciutto, poi lasciarli asciugare possibilmente in corrente d'aria affinché l'umidità venga eliminata nel più breve tempo possibile.
Alcuni tipi di paglia (quella usata per esempio per impagliature alla viennese) ingialliscono facilmente; per ovviare, almeno in parte, a questo in conveniente, lavate la paglia, strofinandola con una spazzola bagnata in cui avrete sciolto del sale nella proporzione di un pugno per ogni litro d'acqua.
I mobili di vimini e di bambù vanno liberati dalla polvere giornalmente con una spazzola o con un pennello.
Una volta l'anno vanno lavati con acqua e sapone, sciacquati con acqua pura e asciugati con un panno asciutto.
Potete anche ungerli con una pezzuola imbevuta di essenza di trementina, lasciarli asciugare perfettamente, poi lucidarli con un panno asciutto.
II bambù in modo particolare, se diventa troppo secco, si rovina irrimediabilmente: non lasciate, quindi, i mobili di bambù troppo vicini a fonti di calore.
I mobili in tondino di plastica si lavano con acqua e sapone, si sciacquano e infine si asciugano con un panno morbido.

Leggi tutto l'articolo