Pace

La Cgil per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero Pubblichiamo di seguito una nota  della segreteria nazionale del sindacato di Corso d’Italia.
“Non può esservi esitazione alcuna - sostiene la CGIL - nella più ferma condanna dell'atroce uso di armi chimiche contro l'inerme popolazione perpetrato con ogni probabilità dal regime di Bashar el Assad.
Un efferato crimine contro l'umanità che - una volta certificato dagli ispettori delle Nazioni Unite - va portato davanti al Tribunale Penale Internazionale.
Un crimine che grava su un Paese sprofondato in una sanguinosissima guerra civile con il tragico bilancio di almeno 100 mila morti e di due milioni di profughi”.
“La CGIL - conclude la nota - segue con apprensione la tragedia siriana e sostiene tutti gli sforzi delle istituzioni internazionali, dei governi e della società civile per sostenere la fine della violenza e la promozione di soluzioni diplomatiche e di dialogo, e condivide l'autorevole monito di Papa Francesco che esorta tutti a promuovere e tutelare la pace quale ‘dono prezioso per l’umanità', invitando la comunità internazionale a fare ogni sforzo per promuovere, senza ulteriore indugio, iniziative chiare per scongiurare la guerra”. 

Leggi tutto l'articolo