Padre Amorth e la festa di Halloween: "E' come celebrare il Diavolo"

Tra sei giorni è la festa di Halloween, un'usanza americana giunta da qualche anno anche in Italia. Ma non è una festa allegra. Anzi. Porta il volto del Diavolo. A dirlo fu padre Gabriele Amorth, l’esorcista scomparso due anni fa e che aveva già lanciato delle invettive contro Harry Potter, considerandolo un libro ispirato dal Demonio per insegnare le arti occulte ai ragazzi.
Padre Amorth non aveva una buona opinione di questa festa macabra che si celebra ogni 30 ottobre. Sulla sua pagina Facebook aveva scritto: “Festeggiare Halloween è rendere osanna al Diavolo”. Il prelato, che aveva all’attivo più di 70mila esorcismi da quando nel 1986 il Vaticano gli affidò l’incarico di scacciare presenze demoniache dalle anime dei fedeli, definì la festa dei mostri di Halloween come l'equivalente di una seduta spiritica dove si evoca direttamente Satana.
“Penso che la società italiana stia perdendo il senno, il senso della vita, l’uso della ragione, e sia sempre più malata – scrisse Amorth su F...

Leggi tutto l'articolo