Paesaggi Culturali – Postmodernità

Pensando alla società odierna come ad una medaglia: la Surmodernità ne rappresenta il lato positivo; la Postmodernità il lato negativo.
  La Postmodernità è definita dallo stesso Augé attraverso la figura dell'eccesso di tempo, spazio, ego.
  L'eccesso di tempo si evidenzia: in una difficoltà di pensare il tempo, a causa della sovrabbondanza di avvenimenti del mondo contemporaneo.
  L'eccesso di spazio è anch'essa una trasformazione accelerata del mondo contemporaneo che porta: da un lato al restringimento del pianeta, rispetto alla conquista dello spazio; dall'altro, alla sua apertura, grazie allo sviluppo dei mezzi di trasporto rapido per cui nascono e si moltiplicano i nonluoghi.
  L'eccesso di ego si manifesta: nel momento in cui l'individuo si considera un mondo a sé, come avviene nelle società occidentali; come individualizzazione dei riferimenti, perché l'individuo si propone di interpretare da sé stesso, per sé stesso, le informazioni che gli vengono date.
Chi indovina questo paesaggio cosa rappresenta?

Leggi tutto l'articolo