Pagamenti e imprese, in 8 anni è raddoppiato il numero di chi ha gravi ritardi

Nel periodo che va dal 2010 al 2018, le imprese che accumulano gravi ritardi nei pagamenti (oltre 30 giorni) è più che raddoppiato. Questo è il quadro che emerge da uno studio di CRIBIS, società specializzata in business information.
Il quadro della puntualità nei pagamenti
Se nell'ultimo trimestre del 2010 le aziende che avevano difficoltà ad adempiere i propri obblighi erano pari al 5,5% del totale, 8 anni dopo questa quota è salita al 11,4%. In pratica un'azienda su nove deve fare i salti mortali per riuscire a stare in piedi. Va detto che la situazione è pure migliorata nell'ultimo periodo, perché nel 2013-2014 la quota era addirittura giunta al picco di 15,7%. Alla quota di aziende ultra-ritardatarie va poi aggiunta la quota di quella che effettua i suoi pagamenti in ritardo, ma entro 30 giorni. Sono il 53,1% del totale. Complessivamente quindi, il 64,5% delle imprese italiane non rispetta le scadenze.
E le imprese virtuose? Quelle che rispettano i tempi previsti per i propri pag...

Leggi tutto l'articolo