Pagamenti in contanti e assegni, cambia tutto, multe per chi non si adegua

Dal primo gennaio 2019 pagare in contanti comporterà alcune regole, i trasgressori potranno avere multe salatissime. E' una normativa antiriciclaggio, cambieranno le regole anche per gli assegni e libretti, oltre al pagamento in contanti.

L’Associazione bancaria italiana (Abi) informa su tutte le novità e spiega come cambieranno le regole punto per punto. Per quando riguarda i pagamenti in contanti non dovranno superarere la cifra di 3 mila euro e non sarà possibile trasferire denaro contante o titoli al portatore (come gli assegni senza indicazione del beneficiario) tra privati senza ricorrere a soggetti autorizzati come le banche.
Saranno vietati i libretti di risparmio con nessuna intestazione, cioè "al portatore", chi ne ha in possesso li deve estinguere entro il 31 dicembre 2018..
Tutti gli assegni bancari superiori alla cifra di mille euro dovranno riportare una serie di indicazioni come data e luogo di emissione, importo, firma, indicazione del beneficiario e la clausola ‘n...

Leggi tutto l'articolo