Pagelle: Milan - Fiorentina 1-1

Dida 6,5: non è stato molto impegnato ma si è dimostrato molto più sicuro.
Mezzo punto in più per il doppio intervento su Pazzini, anche se a gioco fermo.
Oddo 6: cerca di spingere molto nonostante Mutu sia sempre in agguato sul suo settore.
Blocca abbastanza bene le incursioni del rumeno.
Nel secondo tempo è stanco e Cafu prende il suo posto.
Jankulovski 5,5: la sua gara non è così male.
Spinge sulla fascia sinistra, anche più del solito.
E' un po' impreciso in fase di rifinitura nel momento del cross.
Perde Mutu in occasione del gol.
Kaladze 6: c'è qualche sbavatura, anche se per la maggior parte delle volte è preciso e puntuale negli interventi.
Pasticcia un po' quando la Fiorentina colpisce il palo nel finale.
Nesta 7: continua il suo momento di forma.
Ottime chiusure su Pazzini prima e Vieri poi.
Speriamo che continui così a lungo.
Il migliore in campo insieme a Pirlo.
Cafu 6: ha voglia di giocare e si vede.
Sostituisce bene Oddo e riesce a sbrogliare qualche situazione difficile in fase difensiva.
Pirlo 7: anche lui in un momento di grazia.
Non sbaglia un lancio, non butta mai via un pallone.
Contrasta in mezzo al campo e fa ripartire la manovra.
Un playmaker perfetto.
Quando i compagni sono stanchi, cala un po' anche lui.
Gattuso 5,5: scende in campo incerottato e anche un po' troppo nervoso.
Troppi falli nel primo tempo, tutti su Mutu.
Deve trovare ancora la condizione migliore.
Ambrosini 6,5: si procura un rigore e mette sui piedi di Inzaghi il pallone del 2-1, che spreca clamorosamente.
Si propone spesso con degli inserimenti importanti.
L'unico neo: perde il pallone in area in occasione del pareggio viola.
Emerson 5,5: è indietrissimo nella condizione.
Non dà alcun contributo ai compagni un po' stanchi.
La pausa gli farà bene.
Seedorf 6: Kakà è in ombra, Gila è molto fermo.
Cerca di prendere in mano lui la gara e lo fa a fari alterni, perchè a volte sparisce dalla gara per lunghi tratti.
Partita ad alti e bassi.
Kakà 6: sufficienza per il gol.
Ancelotti gli chiede di giocare più avanzato e vicino a Gilardino.
Lui sbuffa e si capisce anche il perchè.
Fare giocare Kakà spalle alla porta, vuol dire limitare sia le sue accelerazioni che i suoi eventuali tiri da fuori.
Ha bisogno di spazi e di partire da lontano.
E magari di una seconda punta. Aspetta Ronaldo con impazienza.
Gilardino 5: oltre all'occasione sprecata, è davvero inconcludente.
Non riesce a tener palla per far salire la squadra, commette falli, è impacciato, perde palloni.
Il pubblico lo fischia impietosamente.
A volte dà la [...]

Leggi tutto l'articolo