Pakistan, nonostante i divieti continuano le lotte tra dromedari

Layyah (Pakistan), 6 mar.
(askanews) - Nonostante i divieti, in Pakistan continuano i combattimenti illegali tra dromedari che ogni anno causano la morte di migliaia di animali.
Questo genere di lotta è proibito, anche dal corano, ma il Paese, come tutto il Medioriente, ha una tradizione centenaria di sport sanguinari che prevedono combattimenti tra animali come orsi, galli, cani e altri costretti a battersi tra loro e che fruttano ai proprietari diversi premi in denaro.
Gli abitanti locali li considerano parte della loro cultura.
Nella città di Layyah, nella regione del Punjab, esiste addirittura un festival che, ogni anno, richiama migliaia di sostenitori di questo sport crudele.
I dromedari vengono allenati per più di un anno in vista dei combattimenti e, durante il festival, vengono fatti sfilare agghindati con campane e paramenti caratteristici, prima di scendere nell'arena.
Purtroppo molti animali restano gravemente feriti durante i combattimenti e spesso muoiono perché non ricevono cure adeguate.

Leggi tutto l'articolo