Palermo: lavoro, Media World al posto di Max Living

Media World prepara il suo ingresso nell'ex Max Living di viale Regione Siciliana: assorbirà 50 lavoratori dal bacino di 85 impiegati dell'ex punto vendita.La novità arriva dopo la riunione con i sindacati di categoria (Filcams, Fisascat e Uiltucs) per discutere dell'interesse manifestato dalla Media Market (Media World e Saturn) alla stipula del contratto di affitto del ramo...d'azienda del Max Living, dopo la risoluzione del contratto tra la Elettromarket Li Vorsi e la Jumbo Market, titolare della licenza commerciale.Nelle prime intenzioni, il colosso dell'elettronica era disposto ad assumere 35 lavoratori, di cui 22 full time.
Il sindacato ha chiesto un maggiore sforzo, e alla fine si è passati a un massimo di 50 lavoratori, 40 assunti con contratto a tempo determinato full time con scadenza a 18 mesi, al termine dei quali verranno trasformati a tempo indeterminato; e dieci part time a 24 ore settimanali, a tempo determinato per 18 mesi.
Su quest'ultimi non c'è stato l'impegno dell'azienda al passaggio a tempo indeterminato.
In caso di nuove assunzioni, si punterebbe anche a dare la precedenza ai lavoratori del bacino rimasti fuori dalla selezione per i 50 a cura della società tedesca.
Media World porterà anche la sua dote di lavoratori, 16 in tutto: un direttore, cinque capi settore e dieci specialisti.
La proposta è ancora al vaglio dei sindacati, che scioglieranno la riserva dopo l'incontro del 3 dicembre con la Elettromarket Li Vorsi e Max Service sulla cassa integrazione per il 2013.
«È un buon inizio, ma non è ancora il momento di esultare - dice Mimma Calabrò della Fisascat -.
Lo faremo solo quando tutti i lavoratori saranno rientrati in servizio».
Per Monja Caiolo e Giovanni Amato della Filcams sarà fondamentale «stabilire il diritto di prelazione per quei lavoratori che non saranno selezionati, 35 in tutto.
Ma quest'inizio è positivo».
«Al prossimo incontro - dice Marianna Flauto della Uiltucs - cercheremo l'intesa su un numero maggiore di assunzioni.
Al posto dei loro dieci specialisti chiederemo l'impiego degli ex lavoratori Max Living».
(GDS)

Leggi tutto l'articolo