Palleroso (LU): Merenda sotto la torre

  Domenica 12 luglio nell'antico borgo del comune di Castelnuovo una rassegna di prodotti tipici ed agricoli della Garfagnana che riporterà i visitatori indietro di 100 anni.
Presenti un mercatino, un circuito degustativo a una "casa del contadino".
Viaggiare nel tempo è possibile e si fa a Palleroso, antico borgo di Castelnuovo Garfagnana.
Domenica 12 luglio, infatti, con L'antico borgo in festa: rassegna di prodotti tipici ed agricoli della Garfagnana la  sarà possibile immergersi nei suoni, nei colori e nei sapori di cento anni fa.
La manifestazione, organizzata dal Comitato Paesano, è inserita nell'ambito del calendario di manifestazioni di Ponti nel tempo il progetto di marketing territoriale varato dalla Provincia di Lucca e da numerosi altri enti locali e coordinato dal Gal garfagnana Ambiente e Sviluppo.
Ma l'antico e il moderno non si separano mai.
Da una parte, infatti, il visitatore farà un tuffo nel passato, ritrovando i suoni sommessi delle comari che chiacchierano, i profumi della generosa merenda contadina, alla lentezza del gusto di gustare le cose.
Ma potrà trovare anche un aspetto del mondo moderno, con il rombo del motore delle moto, la frenesia dei motociclisti.
Immersi nel verde rigoglioso che solo la Garfagnana sa offrire sarà, così, possibile trascorrere un giorno di altri tempi, osservare panorami inaspettati e assaporare gusti dimenticati tutto questo nelle fresche e ventilate vie del Borgo contadino.
Le novità di quest'anno sono: una mostra fotografica intitolata: "Scene di vita contadina"; la dimostrazione di antichi mestieri; la degustazione di olio locale e la degustazione e vendita di vino garfagnino allestite in un'antica cantina paesana aperta per l'occasione Ecco il programma nel dettaglio Dalle 14,00: apertura del "Mercatino del bello e del buono" dove i visitatori, girando per le vie del paese, si immergeranno in un antico mercato garfagnino Dalle 14,30: apertura stand per la merenda a circuito degustativo in cui i visitatori, spendendo le vecchie lire riconiate per l'occasione, assaggeranno (meglio si satureranno) di polenta di formentone, torte dolci e salate, mondine, frittelle e cacio e l'ormai immancabile porchetta.
Il tutto annaffiato da vino nostrano che generosamente sgorgherà da un grande tino posto al centro del paese.
Tutta la manifestazione sarà vivacizzata dalle voci di Luca e Katia e, come usava, una contadinella rallegrerà le vie con la propria fisarmonica.
Sarà, inoltre, possibile visitare la casa del contadino, arredata e vissuta come agli inizi del ‘900 [...]

Leggi tutto l'articolo