Paola Marella: "Non mettere mai tutto troppo. E la casa? Meglio pop che minimal"

Raffinata, ultra chic: le sue passioni sono l'architettura, il design, Milano e la moda.
Lei è Paola Marella, la mediatrice immobiliare più famosa d'Italia.
Donna decisa, conduttrice televisiva perfetta, maestra d'eleganza e con un profilo Instagram sofisticato quanto lei, quando l'abbiamo incontrata ci ha regalato alcuni dei suoi consigli più preziosi in fatto di look e arredamento.
Lei è un'icona di stile: il suo look è molto particolare soprattutto per il ciuffo bianco che le incornicia il viso.
Come è nata questa idea? Il look è nato del tutto naturalmente in tempi ben lontani da quelli della televisione.
Sono diventata completamente bianca quando è mancato mio papà, nel 1999.
All'epoca ho avuto la fortuna di incontrare Adalberto, che era il direttore creativo di Coppola.
È stato lui a inventare questo look.
Ha lasciato i ciuffi bianchi davanti e ha tinto solo i capelli dietro.
Il risultato è un po' Crudelia De Mon, ma a me piace molto.
Io amo Crudelia e il fatto che mi abbiano paragonato a lei, mi ha molto divertito.
Quando poi ho cominciato a fare televisione, il mio ciuffo è stato sicuramente un elemento che mi ha contraddistinto.
Il blazer con cui è stata fotografata al Palais de Tokyo di Parigi è stato definito il più chic dell'autunno: a cosa s'ispira per creare i suoi outfit? Quella foto è stata realizzata durante un tour di 48 ore tra musei e gallerie.
Avevo scelto un look a strati, perché essendo a Parigi non sai mai se fa freddo o se fa caldo.
Il blazer che indossavo lo porto molto spesso, perché è una tipologia di giacca molto facile.
La puoi mettere coi jeans, con un pantalone nero, con un golf colorato, un mocassino o la scarpa col tacco.
È come il tubino nero, sono capi che puoi usare a 360°.
Tra l'altro la foto in cui indosso quel blazer è stata scattata da mio marito mentre ero alla mostra di Saraceno che ho amato tantissimo.
Il blazer dunque rientra nei capi che tutte dovremmo avere nell'armadio? Io lo amo particolarmente, perché mi sento davvero vestita solo quando indosso una giacca.
Anche se non deve essere necessariamente il tailleur vecchio stile, che per altro è tornato di moda.
La giacca comunque per me è sempre molto importante.
Mi fa sentire a posto ed è perfetto per la giornata lavorativa.
Parlando di scarpe: tacco 12 o sneaker? Io ho sempre usato il tacco alto.
Qualche tempo fa lo portavo sempre.
Adesso non proprio, dopo che ho subito un paio di piccoli interventi ai piedi.
Lo amo molto e non prescindo dal tacco perché lo trovo molto [...]

Leggi tutto l'articolo