Papà uccide a mazzate la figlia di 2 anni: «Mi ha obbligato il governo»

Uccide la figlia di 2 anni e sostiene sia stata colpa del governo che lo ha istigato. Yovahnis Roque, 26enne del Texas, è stato riconosciuto colpevole del delitto ai danni della figlioletta. La bambina è stata uccisa a colpi di mazza, il papà le ha sferrato diverse botte in testa, fino a quando non è arrivata la nonna che ha provato a chiamare i soccorsi per metterla in salvo, anche se purtroppo era troppo tardi.
La bimba era stata messa in un armadio, dove giaceva in una pozza di sangue. Quando sono arrivati gli agenti della polizia il papà era ancora completamente sporco di sangue e gridava frasi senza senso. Secondo quanto riporta la stampa locale l'uomo da qualche tempo non stava bene, dopo la perdita della moglie aveva dato i primi segni di squilibrio, ma le autorità hanno comunque scelto di affidargli la custodia della bambina. Un amico ha raccontato di aver ricevuto strani messaggi da Roque in cui parlava di guerre imminenti e di fine del mondo.
Dopo aver compiuto il terribile...

Leggi tutto l'articolo