Papa Francesco ,ora pro autobus...

 Papa Francesco  ha gran successo  perché scopre "l'acqua calda" e, in certi  casi, "l'acqua sporca".
Dice  verità  assolute  nella loro "banalità", parla a nome di Dio  " come se l'avesse  sentito  un momento prima", si rivolge ai fedeli  come il vicino  che ti chiede il prezzemolo  e in cambio  si dà la vita eterna.
Pensavo a lui mentre  ero sul mitico bus 64,che porta alla Stazione   Termini al Vaticano ,passando per il centro(pieno di ladroni stranieri  che succhiano portafogli e borse alla gente accalcata dentro).E' il mezzo più  affollato  della capitale, sono circa 18 bus  su e giù  per un utenza straripante.Ma  da giorni  arriva di rado, strapieno, "assalto  alla diligenza", la gente  schiacciata  si sente male, molti fanno esercizi eroici per timbrare il biglietto e altrettanti eroici per non  farsi sfilare il portafogli   da immigranti illegali e zingari...Poi apprendo  due cose.La prima :per via  delle  bestiali  tagli  hanno  ridotto i 64 (proprio quelli che portano da Francesco) incuranti dell'utenza altissima .La seconda ,nella  ladroneria  denunciata  dal Papa, c'è pure uno schifo  mangia mangia  sui bus  romani, con vendita  di biglietti falsi  per finanziare  i partiti; iniziò con le Giunte di sinistra, ma fu ecumenico, cioè soldi pure alla  destra.
Allora  rivedo  la sequenza : la  gente  schiacciata  ma pagante  il biglietto ,i ladri  fregano  i soldi  dei8 biglietti, l'azienda  taglia  le linee più affollate ,i ladri  venuti da lontano grazie alle carrette  e a noi...
fregano  i soldi  dei biglietti ,l'azienda  taglia  le linee  e più affollate  ,eppure i romani pagano la tessera annua per viaggiare in questo schifo di quarto mondo italiano. Poi  i borseggiatori  molto professionali che si fanno una bella giornata sui mezzi , facendo piangere stranieri di passaggio e  italiani.
Quale è la soluzione di Papa Francesco ?? "Indulgenza  plenaria del Cuppolone" a chi sale  sulla "via crucis del 64 per andare da Francesco".
Questo atto  è ben più affollato delle carceri.
O facciamo  la rivolta: *ieri i sessantottini, oggi i sessantaquattrini*.-

Leggi tutto l'articolo