Paquito D'Rivera ( clarino - sax ) & Chano Dominguez (piano)

l’ usignolo canta la mattina del risveglio al fiume delle mille parole , il falco non può vederlo e nemmeno sentirlo , oggi la natura non può interrompere questo canto , le sue forze sono vita e morte ….
la vita che lotta , come la morte è indispensabile per la vita stessa del falco ….
cerca acqua limpida nel fiume , per pulire il suo viso , distratto , guarda i suoi  occhi piangere lacrime di pietra , ma nemmeno una goccia ad infrangere il cristallo dell' acqua , pensa a lei , non può dimenicarlo … affacciato allo specchio del fiume vede passare molta vita  , tutta la bellezza di lei  e per ultimo il suo amore , che tocca con mano infrangendo la superfice , sparisce l’ incanto , il fiume s’ increspa , percepisce arrivare il vento caldo da est ….
porta le sue mani all’ acqua che le riempie traboccando , sciacqua il viso , per placare il suo dolore si lava il collo , bagna i capelli , ma non dimentica il profumo della sua pelle quando si preparava la sera per uscire a sentire musica , da lui suonata ….
ricorda la camicia bianca , le vesti aderenti , il suo piccolo corpo ….
ora riesce nuovamente a sentirlo , l’ incantesimo terminato ,  l’ usignolo che canta ancora , segno tangibile di vita , sente svanire il peso che lo ha portato così in alto e poi in basso alle pendici della montagna .… bye latin jazz   Paquito & Wdr Big Ba D'rivera

Leggi tutto l'articolo