Parco del Valentino

IL POLMONE VERDE DI TORINO
Con una superficie di circa 500.000 mq, si estende sulle rive del Po a ridosso della collina, fra il ponte monumentale Re Umberto I e il ponte Principessa Isabella, vicino al centro città e dista circa un chilometro dalla stazione centrale di Porta Nuova.
Incerta l'origine del suo nome. Nel 1275 troviamo il primo documento in cui compare il nome Valentinium. Alcuni fanno risalire il suo nome a San Valentino dato che le reliquie di questo giovane Santo, martire del '200, sono conservate dal 1700 in una teca di cristallo nella chiesa di San Vito trasferite in seguito alla distruzione di una chiesetta vicina all'attuale parco.
Alcuni studiosi affermano che un tempo si celebrava nel parco, proprio il 14 febbraio, una festa in cui ogni dama chiamava Valentino il proprio cavaliere.
Il parco nacque nel 1630 su progetto di Carlo Cognengo di Castellamonte, l'opera fu poi proseguita fino al 1660 dal figlio Amedeo; nel 1864 venne parzialmente ridisegnato dal francese B...

Leggi tutto l'articolo