Parenti serpenti

Si nasce purtroppo in famiglie o per altro chi lo sa, dove forse ingenuamente si pensa che la famiglia dovrebbe essere con te a sostenerti ecc, e dove pensi, che il dolore e pugnalate non tenne possano dare.
Ma, poi ti accorgi ogni giorno di più che non è affatto cosi, appunto è l’ingenuità e l’essere avvolte troppo buoni a fregarci ad ammazzare il nostro dentro a sentirci scoppiare a soffocare per il nostro autocontrollo ed educazione al non rispondere.
Per l’appunto una cena e un ricevimento per una ricorrenza doverosa dove accade tutto questo persone, parenti acquisiti persone mai viste nemmeno per strada si trovano insieme ed è subito caos tutti bravi a giudicarti a parlare di cavolate a sopportarsi persone ingombranti e strapesanti ed invadenti dove non si conosce ne il rispetto, ne il saper comportarsi in queste situazioni.
Passino i come va? ecc, ma che si faccia di tutto per umiliare una persona “cioè io” questo mi sempre straingiusto e straperfido si fanno dei giri di parole infiniti persone mai viste da anni come si dice serpenti che alla fine ti vanno a chiedere di’fronte a 15 persone quanto ai preso al diploma ma chi sono ma chi vi conosce persone pro-pro-pro-nessuno in pratica che si permettono di dire tutto questo.
Senza parlare di come ti fanno sentire, nemmeno fossi, un drogato o chissà quale crimine abbia commesso, solo perché non ho continuato gli studi non accettano l’onesta delle persone che dicono io non vado perché so che non cella farei ecc preferirebbero purtroppo con delle mentalità bigotte che la gente ci mettesse 10 anni a laurearsi anche con scorciatoie infinite e mazzette pur di dire si è laureato non ho parole davvero e mi sconvolge ancor di più che per queste persone sia importante la laurea il cognome e le origini e a chi assomigli ecc, che disgusto infinito davvero.
Provocazioni infinite ma in ogni caso non abbasso la testa dico si, si, vado avanti faccio finta di ascoltare al tavolo discorsi strainutili di persone che dire che sono palloni gonfiati è dire poco non sono nessuno per giudicare ma nemmeno loro, persone acquisite che si permettono di dirmi scriviti all’università almeno leggi libri invece che giornaletti, oppure che mi venga detto un nome che non ho mai sentito e si permetta di dire dirmi ma come vuoi fare il giornalista e non sai chi è questo tizio e ancora ripetevo no lo conosco alla fine per tagliare il discorso mi è toccato dire può d’arsi che lo conosca di vista ma il nome non mi dice nulla ogni giorno dai serpenti a persone comuni è [...]

Leggi tutto l'articolo