Parlando di...: Finchè il cuculo canta... (M. Corona)

Mauro Corona e’ un autore non molto conosciuto nel mondo contemporaneo, la sua biografia lo descrive come ottimo scultore, alpinista e scrittore; nei suoi libri racconta in brevi storie il suo mondo, la sua Valtellina, i ritratti delle persone che hanno attraversato la sua vita.
‘Finchè il cuculo canta e tu lo puoi ascoltare’ e’ uno di questi libri e colpisce per la semplicità del mondo descritto, per la durezza ma contemporaneamente estrema bellezza dei personaggi che vengono descritti.
In un mondo dove tutto e’ apparenza, dove tutto e’ misurato col metro della convenienza, dove il superfluo e’ la regola e le tradizioni non hanno piu’ radici, questo libro viaggia esattamente nella direzione opposta, ci ricorda di come eravamo, di come vivevano i nostri padri in un mondo rurale non ancora contaminato dalla così detta ‘industrializzazione’, nelle sue pagine ci fa conoscere la natura nella sua durezza e anche nella sua incontaminata bellezza.
E’ un libro a cui mi sento molto vicino forse perché un pezzetto di quel mondo ho fatto in tempo a viverlo, a farne parte, …e ora lo rimpiango e ne sento la mancanza.
Le storie che vi sono raccontate sono terribilmente vicine a quelle della mia infanzia, hanno lo stesso lento ritmo di fondo, gli stessi colori, le stesse immagini, le stesse sensazioni e considerazioni; la povertà, la durezza della vita affinano la sensibilità, la profondità dei giudizi, il rispetto e la voglia di capire la vita degli altri; le esperienze che la vita ci riserva servono a formare il nostro pensiero, la nostra filosofia di vita, il nostro modo di vedere le cose, ….non sei tu a scegliere il tuo futuro, il tuo domani, e’ il caso che decide e a te non e’ permesso di cercare di capire, devi solo superare le prove che periodicamente sarai chiamato a vivere.

Leggi tutto l'articolo