Particelle...(vita impossibile di un pensiero nato in un cervello vuoto)

'C'è nesciuno?' Chiedeva angosciato un pensiero, girando da un estremo all'altro del cervello.
'Proprio nel cervello di un idiota deovevo nascere?' Intorno solo liquido amniotico senza particelle, un fluttuante nulla chiuso da pareti di scatola cranica; s'intravvedeva forse solo l'orizzonte.
'C'è nesciuno?' Chiedeva non trovando compagni.
In quel mentre una scossa di terremoto lo tramortì.
Non aveva fatto in tempo ad uscire, che la sua breve pallida vita era già finita.
'Proprio nel cervello di un idiota io...'.
   

Leggi tutto l'articolo