Pasquale Bruno si scaglia contro Bonucci: "Sogno di spaccargli il labbro!"

Aria di derby tra Pasquale Bruno e Leonardo Bonucci, rispettivamente protagonisti di passato e presente della Torino calcistica.
L'ex stopper granata si scaglia contro il difensore della Juventus, usando toni che poco si prestano al 'fair-play'.
Bruno, a 'Tmw', non bada troppo alla forma e tuona: "L'altra sera guardavo la Juve contro il Toro, il mio Toro, e vedere Bonucci protestare sempre con ste caz** di mani in aria mi ha fatto pensare".
Eccolo, il pensiero di 'O' Animal': "Mi piacerebbe avere la possibilità di essere in campo nel calcio di oggi, Pasquale Bruno che gioca un Juventus-Torino contro Bonucci.
Vederlo così tanto eccitato, euforico, pronto a protestare sempre, anche quando non serve, mi ha fatto immaginare Pasquale Bruno nel tunnel che dà un pugno in faccia a Bonucci, gli spacca il labbro con 5 punti di sutura e così non parla per 5 mesi".
Il motivo di tanto livore è presto spiegato: "E' insopportabile il suo comportamento.
Io ero antipatico, forse sono stato il peggiore di tutti.
Diranno 'senti chi parla', ma io davo tanto e protestavo poco.
E' il mio sogno nel cassetto, irrealizzabile, ma ce l'ho".
Bruno riavvolge il nastro a Juve-Bologna e il rigore assegnato a 'Madama': "Mentre i giocatori del Bologna protestavano con l'arbitro, arriva Bonucci dall'altra parte del campo a dire all'arbitro che era rigore.
Non esiste.
Fossi stato un giocatore degli emiliani mi sarei fatto cacciare subito.
Gli avrei dato un pugno, perchè è insopportabile il suo comportamento".
"Secondo me è un calciatore normale, ma l'atteggiamento, con le mani sempre alte a protestare...
- conclude l'ex Toro - Anche Rocchi nell'ultima partita quando lo ha ammonito gli ha detto 'non iniziare a protestare', quindi anche loro lo sanno che protesta ma non fanno niente".

Leggi tutto l'articolo