Passano gli anni

...ma Harrison Ford nei panni di Indiana Jones è sempre un grande! Fughe spericolate, templi che si sgretolano, misteri leggendari, cappello e frusta sono gli immancabili ingredienti per un'avventura che tiene col fiato sospeso il pubblico per tutto il film, concedendo risate improvvise in diversi momenti.
Temevo che vedere un Indiana Jones rispolverato dopo più di 10 anni, forse anche 20, mi avrebbe un po' deluso invece l'ho trovato grandioso.
Lo spericolato archeologo alla ricerca del teschio di cristallo non nasconde gli anni che gli pesano in più sulle spalle, alcune imprese non gli riescono con la stessa agilità ma non ha sicuramente perso il suo brillante senso dell'umorismo nelle situazioni più assurde.
Numerose sono le autocitazioni di Lucas e Spielberg, dal combattimento con le spade, che più che fioretti ricordano quelle laser, alle forme di vita extraterrestri.
Un film leggero per una serata rilassante, quello che mi ci voleva.
Non nego che mi sia tornata voglia di rivedere anche gli altri episodi di Indiana Jones, a cui sono molto affezionata fin da bambina.
Credo di aver visto "Indiana Jones e l'ultima crociata" al cinema con i miei genitori, ne sono passati degli anni...
Quando uscirà il cofanetto completo anche di quest'ultimo episodio in dvd, lo acquisterò e me li guarderò tutti di fila una bella domenica invernale, siete tutti invitati se volete...

Leggi tutto l'articolo