Patrick, il «cane miracolato» che commuove l'America

MILANO - Prima ha commosso il New Jersey, poi l'America, ora sta commuovendo il mondo intero: è la storia di Patrick, il pitbull di un anno, ennesima vittima dei terribili abusi umani.
Messo in un sacchetto della spazzatura e gettato giù per un canale di scarico dei rifiuti di un condominio di Newark, è stato notato solo per caso e salvato infine da morte certa.
La vicenda triste e malinconica dell'animale ha provocato una vera ondata di donazioni.
Da ogni parte d'America.
ECO - Quando un mese fa il pitbull è stato trovato in fondo ad uno scivolo per la spazzatura di fronte ad un condominio nel New Jersey è stato immediatamente portato nel centro veterinario più vicino.
Era affamato, malutrito e disidratato.
Pieno di lividi dappertutto.
Stava rannicchiato a palla, incapace di camminare o stare in piedi.
Pesava appena 9 chili, ovvero circa 13 in meno rispetto alla media.
I veterinari, visto lo stato precario in cui versava, dubitavano potesse sopravvivere più di qualche ora.
Tuttavia, il cucciolo ha lottato contro la morte e si è ripreso.
«E' un combattente incredibile», ha raccontato Thomas Scavelli, manager del Garden State Veterinary Specialists, il centro veterinario a Tinton Falls, dove il cane viene tuttora curato.
«Ci sono pochissimi animali che sarebbero sopravvissuti ad una prova durissima come la sua», ha aggiunto il veterinario.
Il pitbull, ribattezzato Patrick per la pelliccia rossastra e perché trovato il giorno prima della festa di San Patrizio, ha già 90 mila fan sulla pagina di Facebook.
In Rete è noto come il «cane miracolato» del New Jersey.
Ha ricevuto centinaia di email, regali e lettere da ogni parte del mondo.
Inoltre, racconta l'Associated Press, sono piovute migliaia di donazioni e proposte di adozioni.
LA STORIA - La breve esistenza del cucciolo sembrava dovesse finire il 16 marzo scorso.
Un custode di un condominio di Newark stava infatti rimuovendo la spazzatura, buttandola nel camion trita rifiuti, quando in uno dei sacchetti ha notato qualcosa che si muoveva.
Una volta aperto, la drammatica scoperta: un cane in fin di vita.
Patrick è stato subito trasferito in un pronto soccorso per animali dove è stato sottoposto a trasfusione di sangue e altri trattamenti d'urgenza.
I veterinari hanno notato malnutrizione cronica: «Non sarebbe mai stato nutrito adeguatamente fin dalla nascita», hanno spiegato.
La sua condizione è andata però migliorando nel giro di ventiquattro ore.
Ora sta bene.
Kisha Curtis, 27 anni, la donna, identificata come la padrona del cane è stata nel [...]

Leggi tutto l'articolo