Pavia, Texas! Mandolin Brothers - Moon Road

            Mandolin Brothers - Moon Road - Studiottanta - Fortuna Records CD+DVD Ok, le radici sarebbero di Voghera, ma Pavia indica la zona geografica dove brulica tutto un mondo di musicisti innamorati della musica anglo-americana e che la suonano anche: dai Lowlands(fedeli "clienti" di questo Blog) ai Southlands passando per decine di altri gruppi e solisti di cui vi ho riferito di passaggio nel Post dedicato al tributo "Pavese" alla musica di John Lennon per-gli-amanti-dei-beatles-e-di-john-lennon-ma-anche-no-a-da.html.
Ma i nostri amici sono un po' gli originatori di tutto questo gruppo: in attività dal lontano 1979 e così battezzati, Mandolin Brothers, dal buon Fabio Treves, anche se il mandolino agli inizi non c'era (ma sarebbe arrivato) e non erano neppure fratelli con lo scorrere del tempo si sono costruiti una reputazione come uno dei migliori gruppi italiani (ma cantano in inglese) in quello stile che si trova ai confini tra country, blues, roots music e "buona musica".
La discografia non è proprio copiosissima: tre dischi tra il 2001 e il 2009 (più questo Moon Road) e una collaborazione tra il cantante e armonicista Jimmy Ragazzon e il chitarrista (area Treves Blues Band) Maurizio "Gnola" Glielmo intitolata Blues Ballads and Songs (che quello contiene).
Per il resto tanti concerti e tanta passione.
Questo album è il frutto di una fortunata coincidenza.
Nel 2009 vengono scelti per rappresentare l'Italia all'International Blues Challenge che si tiene ogni anno a Memphis, Tennesse (insieme a Francesco Più) e il DVD che è allegato a questa confezione dal titolo quantomai esplicativo di "Usa 2010" è un breve resoconto amatoriale (sono meno di 20 minuti) di quanto avvenuto a Memphis nell'occasione ma ci sono anche delle immagini (e relativa musica) che ci portano nello studio di Merel Bregante in quel di Austin, Texas dove è stato registrato il disco.
E qui arriviamo all'album, un mini-album di 6 brani per la precisione, ma che vale come fosse un disco intero e che avevo dimenticato di inserire tra le cose più interessanti di questo 2010 finito da poco.
Ma poi.
su stimolo di un mio amico, che mi ha detto "potresti parlarne nel tuo Blog" e perché no, eccoci qua, sia pure in leggero ritardo, ne hanno già parlato il Buscadero e altri giornali, oltre a Blog vari ma una ulteriore voce in più non fa mai male e poi nel mio Blog potrò parlare della musica che mi piace! Se il nome Merel Bregante vi dice qualcosa è perché questo signore è stato negli anni '70 il batterista di Loggins & Messina, poi [...]

Leggi tutto l'articolo