Pd? Mai con la Lega. Conte? Un osso duro. A Bersani dico? Posizione e idea giusta ma figlia di una realtà che purtroppo non c'è più”

Non un contratto alla rovescia, quello di cui si mormora tra M5s e Pd, ma un percorso politico che presupponga partiti e leader davvero in grado di affrontare un processo simile. Ce ne sono oggi in Italia? Se lo chiede l'italiani democratico e riformista, puntando l’indice non solo sulla guida leghista sgrammaticata (politicamente e istituzionalmente) ma anche sulle criticità intestine dei dem e sulla sorpresa Conte.
“Questi sono capaci di tutto e del contrario di tutto”, trapela dal Quirinale: il Colle ha ragione ad essere sbigottito? Il Colle fa sua la stessa sensazione generale di sbigottimento provocata da tutte le modalità di questa crisi. Sensazione che pervade tutti coloro che, al netto dei grandi cambiamenti a cui assistiamo, sono abituati a ragionare secondo i canoni di una grammatica istituzionale e politica.
Da Castel Volturno Salvini si è detto l’uomo più paziente del mondo aprendo un dialogo col M5s: è anche quella la spia della crisi della mancata grammatica istituzio...

Leggi tutto l'articolo