Pd.Ma non basta l’unità. Serve un disegno

Con la fine della prima fase del congresso del PD, si possono trarre alcune prime conclusioni politiche.
La prima, e più evidente, è che la mozione di Zingaretti è maggioritaria, ma è ben lungi dal rappresentare la stragrande maggioranza del partito.
La seconda è che la mozione di Martina, nonostante l’appoggio di svariati parlamentari e notabili locali di area “renziana”, non ottiene il successo sperato (rimanere ad un’incollatura da Zingaretti o addirittura essere prevalente).
Terza arriva la mozione Giachetti-Ascani, che rappresenta la reale sorpresa di questa prima tornata rivolta agli iscritti: nata quasi l’ultimo giorno utile, e basata su un’infrastruttura organizzativa precaria e scarso appoggio dalla dirigenza locale, la mozione supera agevolmente il limite minimo del 5% e raccoglie anche notevoli consensi in alcune aree del Paese.
Personalmente, non sono stupito del successo della mozione Giachetti-Ascani. Il motivo è semplice, e va alla radice del dibattito politico den...

Leggi tutto l'articolo