PdL: Quagliariello consegna a Berlusconi i nomi dei candidati alla Presidenza. Piccone e Chiodi i favoriti.

A Roma il senatore Gaetano Quagliariello tesse la tela per la scelta del candidato presidente e definire chi farà parte dell’alleanza di centrodestra.
Ieri nei panni di «osservatore elettorale» con il coordinatore abruzzese di Forza Italia Andrea Pastore, Quagliariello ha incontrato il leader dell’Udc Lorenzo Cesa e il parlamentare ...
di Alleanza Federalista, il leghista Giacomo Chiappori.
Ha voluto verificare la possibilità di intesa sul programma da mettere in campo in Abruzzo.
Se la risposta sarà positiva tornerà in Abruzzo per annunciare l’accordo.
«Stiamo lavorando e ci stiamo preparando per affrontare le elezioni», dice Chiappori che premette di aver sollecitato ai possibili leghisti abruzzesi il massimo riserbo, «ci saranno adesioni e voti.
Presto terremo nuovi incontri», conclude il parlamentare della Lega-Alleanza federalista.
Da Roma Quagliariello sta mettendo a punto anche la strategia che porterà alla indicazione del candidato presidente.
Il senatore nominato da Berlusconi a dipanare la matassa abruzzese, si è già fatto una idea ed ha buttato su carta le sue impressioni sui possibili pretendenti al ruolo di candidato.
Gli appunti sono la base della relazione che presenterà la prossima settimana al coordinatore nazionale Denis Verdini e al presidente Silvio Berlusconi.
Nella relazione Quagliariello mette in luce i diversi aspetti dei protagonisti: Fabrizio Di Stefano di An; e dei quattro Azzurri: Maurizio Scelli, Giuseppe Tagliente, Filippo Piccone e Gianni Chiodi.
Poi Berlusconi deciderà.
Anzi ha promesso che sarà anche una decisione rapida.
Ieri il tam tam delle indiscrezioni davano per favoriti Piccone e Chiodi (ndr sarebbe infatti proprio tra questi due nomi che sceglierà il presidente Berlusconi).
Per il marsicano Piccone c’è anche l’ok degli aquilani, mentre a Teramo si fa quadrato sull’ex sindaco Chiodi.
Il capogruppo regionale Nazario Pagano che ufficiosamente ha ritirato la sua candidatura, invece, prosegue il lavoro a capo della commisssione programma.
«Abbiamo avviato un lavoro importante di acquisizione di contributi», racconta Pagano, «abbiamo avviato le consultazioni per avere quelle indicazioni rispetto alla situazione drammatica dell’Abruzzo, da parte delle organizzazioni di categoria, parti sociali e di altri protagonisti della vita produttiva e sociale regionale.
E’ l’avvio della ricognizione che il gruppo di lavoro del Pdl sta svolgendo ai fini del “Progetto Abruzzo”.
Oggi a L’Aquila ascolteremo industriali e artigiani, domani saremo a Pescara» [...]

Leggi tutto l'articolo