Pensieri fuori scena

Il Teatro DA WIKIPEDIA  Proveniente dal greco θέατρον (théatron), che significa spettacolo, da θέα, (théa), ossia vista[1], comprende le arti tramite cui viene rappresentata, sotto forma di testo recitato o drammatizzazione scenica, una storia (un dramma, nel senso etimologico del termine).
il teatro è quell'evento che si verifica ogni qual volta ci sia una relazione tra almeno un attore che agisca dal vivo in uno spazio scenico e uno spettatore che dal vivo ne segua le azioni.
 Il Teatro vuole l'attore vivo, e che parla e che agisce scaldandosi al fiato del pubblico; vuole lo spettacolo senza la quarta parete, che ogni volta rinasce, rivive o rimuore fortificato dal consenso, o combattuto dalla ostilità, degli uditori partecipi, e in qualche modo collaboratori.
(Da Silvio D'Amico, Storia del Teatro)  Che cosa è il Teatro? Ho provato a riportare tre definizioni....Tutte hanno qualcosa di vero, tutte sono importanti...tutte mi sembrno incomplete.
Sono salito sul palco tante volte passando dal Boccascena (da spettatore) oppure attraversando una quinta (da attore amatoriale).
Sono stato Amleto, Macbeth, Otello, Zio Vanja, Il Padre di Strindberg, ho versato le lacrime di Eva Von Kant, sono stato uno della banda di Mackie Messer, sono stato Farinata degli Uberti...
sempre attirato come da una calamita verso quelle tavole.
E' come sentire una forza che ti tira giù dai palchi oppure una spinta che ti fa passare dal buio del dietro le quinte al faro addosso del palco...quella forza che ti trasforma e che ti da la sensazione ineguagliabile di vestire dei panni che mai in nessun altra maniera saresti riuscito a mettere. A volte lo immagino un pò come una sorta di FAVOLA per adulti ma poi ho pensato che il teatro fa sognare anche i bambini.
Quando lo scrivo mi piace pensarlo invece come una sorta di filo rosso che parte dal cuore di chi lo scrive per arrivare al cuore di chi lo guarda passando attraverso la mente, il cuore e il corpo dell'attore che gli da vita...ma forse anche questo è incompleto..Se dovessi dare una definizione secca forse direi è l'arte dell'uomo di raccontare se stesso nella sua intimità piuù profonda ma e' troppo poco anche questo...
Se smetto di cercare una definizione arrivo, forse alla definizione che si avvicina di più, a quella che a me e alla Luci piace dare ai nostri bravi attori.....il Teatro è LA MAGIA, IL SOGNO, LA VITA Michele  

Leggi tutto l'articolo