Per la Cassazione si al licenziamento del lavoratore ubriaco

Motivazione che rientrerebbe per i giudizi di piazza Cavour nella "giusta causa" Secondo la sezione lavoro della Corte di Cassazione, il lavoratore licenziato perchè trovato ubriaco durante lo svolgimento delle sue mansioni rientra nella giusta causa di licenziamento.
Nella fattispecie, il licenziamento viene considerato legittimo se si prende in considerazione l’accertata gravità della questione contestata anche perchè il lavoratore risultava recidivo.
Per I giudici di Piazza Cavour l’apprezzamento della gravità del fatto in rapporto alle previsioni contrattuali e normative riuscirebbe a costituire un apprezzamento incensurabile in cassazione, sempre che venga adeguatamente giustificato.

Leggi tutto l'articolo