Per non dimenticare - 19 settembre 1943, Boves: la prima strage nazista in Italia

 

 
.
.
SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti
.
.
 
Per non dimenticare - 19 settembre 1943, Boves: la prima strage nazista in Italia
«Quel settembre “era buono per i funghi”. Il padrone del caffè Cernaia imbottigliava il dolcetto arrivato da Dogliani; nella calzoleria Borello si preparavano gli zoccoli, per i giorni di fango e di neve. Le cose di sempre in un villaggio piemontese che non aveva capito la guerra e neppure la confusione, dopo la disfatta; vissuto per secoli nel suo quieto sogno di alberi, di fontane, di vicende e di commerci minimi; costretto ora a esprimere in poche ore, in una luce rossastra, tutta la capacità umana di soffrire». Quel villaggio, descritto così sul sito dell’Associazione partigiani (Anpi) di Lissone, è Boves nel settembre del 1943: un piccolo paese dell’Italia profonda, diecimila anime comprese le frazioni montane, conosciuto solo dai suoi abitanti, poco distante da Cuneo, che si ritrovò di colpo nella Storia con la esse maiuscola, la St...

Leggi tutto l'articolo