Perchè ricorrere al CREDITO

  La prima domanda che ciascuno di noi deve porsi quando si accosta al mondo del credito è:   "Perché sono alla ricerca di un credito? Il beneficio che questo comporta mi ripaga del costo che sarò chiamato a sostenere?"   Seppur in apparenza banale, tale domanda pone in realtà un problema di fondo legato alla ricerca di credito da parte di molte persone e cioè:   La mancata consapevolezza che, con un credito, la capacità di spesa è sì anticipata, ma nel contempo ridotta.
  Tale regola presenta, come la maggior parte delle regole, alcune eccezioni che distinguono un credito "utile" da uno "superfluo".
Proviamo di seguito a valutarne alcune:   a) acquisto di una casa: in questo caso il costo sostenuto (interesse) è normalmente, e abbondantemente, ripagato da: - rivalutazione del bene acquistato - reddito ottenuto (se l'immobile è messo in affitto) o dall'importo risparmiato (se l'acquisto della casa permette di non dover pagare un affitto)   b) corso di formazione/master: in questo caso il costo sostenuto dovrebbe essere ripagato da un aumento del reddito dovuto alla maggiore professionalità acquisita.
  In entrambi gli esempi precedenti, il credito ha non solo anticipato la capacità di spesa, ma addirittura ne ha anche determinato un aumento.
  Ovviamente ci sono molti altri esempi che non portano necessariamente ad un incremento del reddito nel futuro (es.
la nascita di un figlio o un matrimonio), ma che possono giustificare il ricorso al credito.
Non riteniamo corretto giudicare se e quando ciascuno di noi abbia necessità di ricorrere al credito, ma pensiamo sia utile che ciascuno sviluppi la capacità di valutare liberamente, in relazione ai propri bisogni e/o aspirazioni se richiedere subito un finanziamento o piuttosto attendere qualche tempo.
Vai al sito CREDITVEL

Leggi tutto l'articolo