Perdere un figlio: Pronto soccorso

  -Perdere un figlio- pronto soccorso Quando si ha la fortuna di avere i genitori in vita è preferibile lasciare i propri figli in affidamento per un periodo determinato, per motivi di lavoro, di famiglia, anziché che affidarlo a qualche baby-sitter.
I nonni diventano una sorta di secondi genitori, e a volte hanno più cura dei genitori stessi, poiché sono stanchi, stressati, indaffarati.
Ma purtroppo è successo un caso che letteralmente mi ha sconvolto, lasciandomi tutta la giornata, pensieroso, triste, amareggiato e furioso, si ho covato in me rabbia, ira.
Locri (RC) una bambina di 5 anni viene soccorsa dai nonni, che la portano al pronto soccorso, la bambina da due giorni avverte febbre alta e dolori al pancino.
Il pronto soccorso la dimette subito, dicendo che era un semplice mal di pancia.
I nonni con la bambina tornano a casa e dopo un po’ purtroppo la bambina muore.
Mettetevi nei panni dei genitori della bambina come reagireste? La bambina viene portata al pronto soccorso, già ho detto pronto soccorso e non discoteca, birreria o luna park! Cazzo stiamo parlando di un pronto soccorso dove una bambina viene soccorsa dai nonni reclamando che ha febbre alta e dolori lancinanti al pancino: “ No, non c’è motivo di preoccuparsi, sarà una colica”.
Sarà???? Non è ammissibile e giustificabile dal punto di vista e professionale e umano dire, sarà, la risposta stessa desta dubbi, incertezze, non deve essere una ipotesi, ma bisogna accertarsi e approfondire da dove viene determinata la causa del malore, magari semplicemente non ricoverandola ma tenerla in osservazione.
Prendere una decisione arbitraria e decidere delle sorti di una persona in modo superficiale mettendo a repentaglio la vita stessa, equivale ad un omicidio e non ci sono scusanti risulta una omissione di soccorso, vergognandosi del ruolo che si riveste…..
Ma torniamo alla domanda come reagireste? Personalmente vi do la mia versione…..un figlio/a è l’anima di un genitore è la vita, si cerca di stare in vita garantendogli una protezione, cure e guidarli nel percorso chiamato vita.
Quando un figlio viene a mancare per una causa del genere, dovuta alla negligenza, superficialità, scarsa professionalità e non curanza come può essere la reazione??? Si va dai carabinieri? Si denuncia l’accaduto, si fa causa? Pensate che tutto ciò punisca i responsabili della morte di vostro figlio? E’ risaputo che dopo un po’ tornano in libertà, magari pagando delle cauzioni con avvocati brillanti.
Puttana la miseria hanno deliberatamente fatto morire [...]

Leggi tutto l'articolo