Perez

Zingaretti nel film, in questo film è il protagonista ovvero Perez e in un intervista ha detto di essere stato felice di interpretare questo ruolo dicendo:" E' un uomo che racconta il paese di oggi, tra crollo delle ideologie, crisi, chi non s'è alzato una mattina senza più riconoscere l'immagine allo specchio? E allora si deve reagire:nel caso di Perez, a tenerlo in vita è solo l'amore per la figlia.
Quando lei è in pericolo, Demetrio si trasforma in un animale che risponde solo alla legge della sopravvivenza".
Un altro film sul genere di Gomorra, intensa interpretazione di Zingaretti un uomo alle prese con un mondo di violenza e ricatti un uomo infelice e debole, interessante la sua voce fuori campo sulle immagini in piano lungo con lo sfondo dei grattacieli intorno al palazzo di giustizia, come in certi film della city   immagini  dello skyline e in soffondo di Riccardo Ceres la musica soft da 4 della mattina dove sembra che tutto sia perfetto.
Mi ha ricordato moltissimo un personaggio di un libro di Diego de Silva, dal titolo "Non avevo capito niente" il cui protagonista, avvocato Vincenzo Malinconico, ci  racconta come a Napoli tanti avvocati per fare soldi, devono difendere dei boss e poi si trovano invischiati.
Sono già due film  italiani in un mese con lo stesso target, l'Italia è molto altro.
Voto 7 Milena

Leggi tutto l'articolo