Pernigotti: Repetto, non faccio miracoli

(ANSA) – ALESSANDRIA, 20 NOV – “Trent’anni fa, quando rilevai la Novi, proposi a Pernigotti di dare vita ad un gruppo unico.
Sono orgoglioso della stima che i lavoratori oggi mi dimostrano e, da novese, mi spiace per quello che sta accadendo.
Ma non riesco a fare altri miracoli…”.
Flavio Repetto, presidente del gruppo dolciario Elah Dufour Novi, esclude così, la possibilità di un coinvolgimento nel salvataggio della Pernigotti.
“In troppi hanno giocato sulla Pernigotti – aggiunge – e negli ultimi anni la proprietà turca non ha fatto nulla per lo stabilimento di Novi”.
Un peccato, secondo Repetto: “marchi come Pernigotti, che vanta 160 anni di storia, non si trovano con facilità e l’Italia li sta perdendo tutti”.
L’imprenditore non nasconde di essere stato contattato: “Mi stanno corteggiando in tanti, anche da Roma.
I romani fanno troppo in fretta: arrivano, cercano di capire, se ne vanno, perché di crisi ce ne sono troppe.
Io solo solo che il futuro della Pernigotti non sia ancora straniero…”.