Persiceto 85 - Libertas Argile 1 a 4

Cuore, gambe e cervello.
No, non è una lezione di anatomia, è quello che ha messo in mostra la Libertas Vigor sul campo di San Giovanni nella sua miglior partita stagionale.
Mister Bramini era preoccupato ad inizio gara per le conseguenze del "fuso orario" ma i suoi ragazzi lo hanno smentito alla grande.
Già dai primi minuti si vede una formazione ospite aggressiva che gioca un calcio pregevole per tutti e novanta i minuti seguenti.
Il primo gol nasce da una pennellata in area di Bonzagni per Calzati che ha il tempo di caricare una capocciata che finisce in rete.
Lo stesso Calzati dopo una bella azione corale trova Manservisi in area che però spara su Castelli da posizione defilata.
Il primo tempo si conclude 0 a 1, ma è nella ripresa che il calcio della Libertas si trasforma da calcio-frizzante a calcio-champagne.
Dopo aver subito il pareggio per colpa di un piccolo rilassamento generale, il Cobra Giovannini riporta in vantaggio i suoi con un colpo di testa millimetrico che scavalca il portiere persicetano in pallonetto.
Dopo un paio di grosse occasioni sprecate è Manservisi che chiude la pratica dopo aver intercettato un bel passaggio rasoterra di Calzati dalla destra: stop e sinistro che si infila in rete per l'incredulità dei tifosi sugli spalti.
Poco dopo è di nuovo il Cobra che mette il sigillo ai tre punti con un altro pallonetto al volo, questa volta di piatto; nell'esultanza che segue si alza la maglia e mostra ai fotografi la scritta che ha sotto: "Sciagu questa doppietta è per te! Fat inculèr! :-)".
L'ottima prestazione non deve ora distrarci dalla fondamentale partita di mercoledì all'Old Trafford contro il Decima.
Rimaniamo con i piedi per terra, umili e concentrati per ribaltare la sconfitta dell'andata e portarci fuori definitivamente dalla zona pericolo, che nonostante il sesto posto in classifica è ancora non lontano da noi.
Forza cipputi! Non perdete prossimamente le immagini della "leggendaria" cena di compleanno dell'ex Vigor Suffritti.
Si ricorda inoltre, ai giocatori marindulopivini, di portare del vino per la cena di mercoledì.
La classifica.
Il Cobra: a 33 anni scese dalla croce e infilò una doppietta...
Post partita.
Bonza: "Movimento!" Orestoni con Bruno e Bergo.
Si festeggia meritatamente, ma la partita è già archiviata.
Il Decima ci aspetta.
Gibba e Teccia alle prese con un numero da giocoliere...

Leggi tutto l'articolo