Perugia: cacciatore colpito in faccia da fucilata

Colpito accidentalmente, in pieno volto, da un proiettile partito dal fucile di un suo amico durante una battuta di caccia al cinghiale.
In ospedale è andato un cacciatore 55enne di Fratta Todina, arrivato con codice rosso al Santa Maria della Misericordia di Perugia.
Il fatto è accaduto verso le 16.30 a San Venanzo, nella frazione di Ripalvella, il 6 ottobre scorso.
L’uomo ha subito un delicatissimo intervento maxillo-facciale (la fucilata ha colpito guancia, mandibola e pate dell’orecchio), durato ben 6 ore ed eseguito da una equipe di 40 medici del reparto di otorinolaringoiatria guidato dal primario Giampietro Ricci.
Necessario anche l’intervento del reparto trasfusionale diretto da Mauro Marchesi con le 7 sacche di sangue.
«In oltre 20 anni di attività, ha spiegato Gallucci, non avevo mai visto una ferita da scoppio così grave».
L'uomo rimane in prognosi riservata.
Sul fatto la procura di Orvieto  ha aperto un fascicolo per conto del sostituto procuratore Flaminio Monteleone.
Bisognerà ripercorrere quei momenti dell'incidente di caccia in un cui un compagno di battuta al cinghiale, scivolando a terra, ha lasciato partire il colpo che ha ferito il 55enne.

Leggi tutto l'articolo