Più gente entra, più bestie si vedono

La campagna elettorale scoppietta di : 'Entrino, siore e siori! Venghino a vedere l'ottava meraviglia del mondo!' e davvero non c'è molto di diverso dal quel mondo di fiera strapaesana di quanto si ascolta negli autobus e camminando per le strade: di illusioni del popolo bue e di ingenui e mal motivati propositi di votare questo o quello dei campioni in lizza, tutti destinati a disilludere non appena saranno alle prese col governo del paese e le difficoltà del bilancio dello Stato.E vien fatto di pensare che gli eletti e gli elettori siano parti direttamente proporzionali di quel Barnum e abbia ragione l'imbonitore fuori dal tendone del circo ad aggiungere: 'Più gente entra, più bestie si vedono.'Perché le cifre del bilancio le puoi lanciare per aria come le palle dei giocolieri, ma quando è tempo di certificazioni della Corte dei Conti o degli analisti a cui si ispirano i traders dei mercati non c'è imbonitore che tenga - e lo spread è già partito al rialzo e per marzo e aprile si salvi chi può e ringrazieremo di cuore il popolo bue per aver esercitato il suo rabbioso diritto di 'popolo sovrano' consegnando all'Europa l'ennesima dimostrazione del suo infantilismo politico e del suo stato di confusione mentale cronica e recidiva che introduce al disastro economico che verrà.
E sono facile profeta.Buongiorno, cari.
Aprite le televisioni e ascoltate coi visi incantati i vostri imbonitori preferiti.
'Più gente entra, più bestie si vedono'.

Leggi tutto l'articolo