Più rispetto per Di Biagio, un po' meno per i bulletti

Keane e Zaniolo arrivano in ritardo agli allenamenti, facendosi attendere manco fossero Roberto Baggio.
Chiesa contro il Belgio fa un gran goal, ma prima fa un fallo per il quale non si capisce perché non sia stato sbattuto fuori dal campo (a parti invertite chissà cos'avremmo detto, ma si sa, noi sportivi italiani siamo molto bravi a guardare la pagliuzza nell'occhio del vicino, ignorando la trave che è nel nostro).
Di chi è la colpa? Ma di Di Biagio naturalmente, non di tre stronzetti che, seppure non abbiano ancora vinto nulla, vengono già trattati come Meazza dalla stampa nostrana.
Keane paragonato a Drogba (ma come si fa dico io?), Chiesa e Zaniolo a parole contesi dalle squadre di mezzo mondo (provino a fare così a Madrid, a Barcellona o a Manchester, vediamo che fine fanno.
Avevamo già Balotelli e Cassano che a chiacchiere erano due fenomeni, ma quando sono andati all'estero, in club che contavano, ce li hanno rispediti indietro senza tante parole), Di Biagio non è capace ad a...

Leggi tutto l'articolo