Piano unico per i tre comuni della Valbisenzio

  Crescono e si potenziano i servizi associati dei tre Comuni della Val di Bisenzio, dal nuovo Piano intercomunale per la Protezione civile, al corpo unico dei vigili urbani fino ad un solo segretario per i tre enti l’elenco della gestione comune è salito oggi a 19 servizi.
Questa mattina a palazzo Buonamici il presidente della Comunità montana, Marco Ciani, l’assessore alla Protezione civile della Provincia Stefano Arrighini e i tre sindaci, Annalisa Marchi per Vaiano, Paolo Cecconi per Vernio e Ilaria Bugetti per Cantagallo, hanno illustrato i vari provvedimenti che vanno nella direzione di un rafforzamento della gestione del territorio della Val di Bisenzio che guarda al futuro.
  Per il Piano di protezione civile l’assessore Arrighini ha parlato di un risultato importante.
“La forma associata aggiunge valore a uno strumento senz’altro innovativo che si inserisce nel quadro del piano provinciale già in fase avanzata di elaborazione”.
  “E’ un lavoro che ha richiesto quattro anni di impegno e la collaborazione strettissima di tutte le amministrazioni, ma il risultato è un sistema di monitoraggio e controllo del territorio adeguato ai tempi, consultabile anche in rete”, ha aggiunto Ciani.
  Il sindaco Cecconi ha sottolineato i vari fronti del rischio in Val di Bisenzio, da quello idraulico soprattutto nel vasto territorio montano, a quello sismico, a quello legato alle precipitazioni in particolare nevose e infine alla linea ferroviaria con la grande galleria dell’Appennino.
“Il piano prevede anche luoghi di raccolta per le persone e spazi per l’organizzazione delle emergenze, che adesso dovremo attrezzare anzitutto con la cartellonistica”, ha spiegato.
“Importantissimo sarà l’aspetto della formazione, lavoreremo coinvolgendo il vasto mondo del volontariato della Vallata”, ha detto il sindaco Marchi, mentre il primo cittadino di Cantagallo Bugetti ha concluso ricordando come grazie al piano sia stato possibile acquisire nuove conoscenze sul territorio e quanto sia importante “utilizzare questo strumento per avvicinare giovani e ragazzi, attraverso le scuole, e far crescere il senso di appartenenza al territorio”.
  Il piano, innovativo per molti aspetti, è stato voluto e finanziato dalla Regione Toscana ed elaborato dai tecnici della Comunità Montana e dei tre comuni della Val di Bisenzio coordinati da Lorenzo Alessandrini del dipartimento della Protezione civile.
L’analisi dei possibili rischi in Val di Bisenzio ha permesso di individuare le procedure di emergenza e [...]

Leggi tutto l'articolo